Questo negozio utilizza i cookie e altre tecnologie in modo che possiamo migliorare la tua esperienza sul nostro sito.

L'importanza del SPF

L'importanza del SPF

La protezione solare è molto importante per la salute delle nostra pelle ma anche per occhi e capelli.
Consiste in qualsiasi sostanza o materiale in grado di prevenire gli effetti nocivi sulla nostra pelle.
A parte il calore, i raggi solari causano eritemi e scottature, invecchiano la pelle e possono far nascere melanomi e altre forme di tumore.

Raggi solari

Raggi UV e SPF

Le radiazioni solari sono classificate in base alla loro lunghezza d'onda.
Si distinguono in INFRAROSSI e ULTRAVIOLETTI.
Quelli che interessano a noi sono i famigerati UV. I raggi ultravioletti si dividono in 3 categorie:

RAGGI UVA
Penetrano in profondità nella nostra pelle e promuovono il rilascio di malatonina e dell'abbronzatura. I raggi UVA sono presenti anche con cielo coperto e nuvoloso, e a differenza degli UVB che creano scottature e eritemi non sono una grande minaccia, ma possono causare effetti negativi dopo anni.
Per proteggerci dagli UVA basta indossare gli occhiali da sole, metterci la crema solare e portare degli indumenti.

RAGGI UVB
I raggi UVB sono molto più dannosi e cancerogeni degli uva, ma stimolano la formazione di vitamina D nel nostro organismo.

RAGGI UVC
Sono le radiazioni più pericolose ma fortunatamente vengono schermati dallo strato di ozono nell'atmosfera terrestre.

Il fattore di protezione solare è un numero indicato sui cosmetici che contengono filtri solari e che definisce la capacità di difendere la nostra pelle dalle radiazioni solari, specialmente dagli uvb.
La valutazione di SPF è calcolata rapportando la quantità di tempo necessario per generare una scottatura sulla pelle protetta con o senza filtro.

Secondo la commissione europea un solare deve contenere filtri e schermi che permettano una buona protezione dai raggi uvb/uva.
L'etichettatura dei prodotti deve essere semplice e comprensibile,
Qui una tabella riassuntiva:

Schema solari

I filtri solari possono essere chimici o fisici.
Quelli chimici sono derivati dal petrolio (salicitati, cinnamati, oxybenzone, octylcrylene, ecc) e assorbono i raggi ultravioletti.
Secondo il mio punto di vista meglio lasciarli dove sono perché oltre a fare male a noi fanno male pure all'ambiente.
Mentre quelli fisici li troviamo nei solari eco bio, sono sostanze minerali o vegetali che riflettono le radiazioni solari. Solitamente sono il Biossido di titanio (titanium dioxide) e l'Ossido di Zinco (zinc oxide).

Filtri solari

Ricordate che col tempo i filtri perdono il loro potere schermante perciò è molto importante tenere in considerazione la data di scadenza e il pao riportati in etichetta.

Rispondi

* Nome:
* Email: (Non pubblicato)
   Sito Web (con link al sitohttp://)
* Commento: